Area socio educativa

socio educativaIl Centro propone sia interventi rivolti ai minori, attraverso consulenze educative, valutazione del danno, la gestione di sportelli di ascolto nelle scuole, sia ogni tipo di intervento volto al sostegno della  genitorialità: la valutazione delle competenze genitoriali o l’attivazione di percorsi di recupero di tali competenze. Queste azioni sono di supporto a tutte quelle coppie o singole persone che sperimentano il conflitto e l’incomunicabilità nella relazione con i propri figli: un percorso che mira a sostenere e promuovere il ruolo di genitori, rafforzando le competenze, migliorando la comunicazione e la capacità di gestione dei conflitti. Partendo, quindi, dalle situazioni quotidiane di difficoltà, i genitori vengono aiutati ad individuare strategie per facilitare la comunicazione nel rapporto educativo, migliorare l’empatia e l’espressione delle emozioni, acquisire abilità nell’ascolto e nella negoziazione delle regole.

socioeducativa1

Il Centro, inoltre, attua interventi di sostegno alla disabilità rivolti sia al disabile sia alla sua famiglia. Partendo dal concetto di disabilità rivalutato in termini di abilità, superabilità e sport, vengono promosse azioni concrete di socializzazione e integrazione delle persone diversamente abili. L’obiettivo è quello di potenziare le personali capacità di espressione, di riadattamento e di progettazione di sé messe in difficoltà dalla malattia o dal trauma, attraverso interventi specifici quali:

  • interventi sulle conseguenze psicologiche, emotive e sociali
  • interventi a livello motivazionale, cercando di sviluppare con il paziente disabile prospettive di emancipazione e di crescita, riducendo la percezione dell’handicap
  • processi motivazionali per la promozione dell’attività sportiva
  • sostegno e preparazione mentale per lo sportivo disabile o l’atleta disabile
  • sostegno per la famiglia del disabile attraverso il supporto nel difficile compito di integrazione, offrendo sostegno psicologico, consulenza, formazione, informazione e orientamento.

Un altro aspetto cui il Centro SocialMente pone particolare attenzione è quello della Mediazione, intesa come paradigma culturale che merita la più ampia diffusione, a partire dalle forme già esistenti nei vari ambiti di applicazione: familiare, scolastica, commerciale, civile, penale, penale minorile e sociale.
SocialMente promuove progetti volti a diffondere la cultura della mediazione, principalmente in ambito scolastico e penale minorile. A questo riguardo annovera al proprio interno le figure professionali qualificate ed in possesso di esperienza nel lavoro con i minori, le scuole, le famiglie ed il territorio. Sia la mediazione penale che quella sociale sono uno strumento per la prevenzione dei comportamenti devianti e della criminalità, ma anche una fonte di autoregolazione della conflittualità e di riappropriazione della funzione di regolare la giustizia da parte della comunità.

Inoltre, SocialMente offre sostegno psico-sociale a persone affette da problematiche di dipendenza e a famiglie con minori a rischio di condotte devianti o di dipendenza.